CNR-IRSA activities related to INHABIT

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Pool e Riffle

La procedura di campionamento prevede un’analisi della struttura in habitat del sito. Il primo livello di analisi richiede, dove atteso, il riconoscimento della sequenza riffle/pool. Per gli scopi del monitoraggio operativo il campione biologico è solitamente raccolto in una sola delle due aree, in casi particolari si procede alla raccolta in entrambe le aree. La scelta se campionare l’area di riffle o pool dipende dal tipo fluviale di appartenenza del sito in esame.
La sequenza riffle/pool si riconosce per essere costituita da due aree contigue che presentano caratteristiche di turbolenza, profondità, granulometria del substrato e carattere deposizionale/erosionale comparativamente diverso. L’area di pool presenta minor turbolenza e substrato a granulometria più fine rispetto all’area di riffle e, di norma, prevalente carattere deposizionale: nel complesso può essere considerata un’area lentica, senza con questo intendere un’area dove la velocità di corrente sia nulla. L’area di riffle si presenta invece come caratterizzata da un prevalente carattere erosionale, da una minor profondità e da una turbolenza più elevata rispetto alla pool: nel complesso si può considerare come un’area lotica. La chiave del riconoscimento di tale sequenza è la comparazione fra due aree adiacenti che presentano caratteristiche di flusso differenti.
In determinati tipi fluviali risulta in taluni casi difficile riconoscere la sequenza riffle/pool. Questo è vero ad esempio nei torrenti montani in area alpina, in cui è possibile riconoscere una sequenza ‘a salti’ che spesso comprende tra un salto e l’altro delle aree di pool, o nei piccoli fiumi di pianura con scarse variazioni di portata (e.g. di origine sorgiva) caratterizzati da substrato uniforme e uniforme tipologia di flusso. Nel caso non sia possibile riconoscere la sequenza riffle/pool nel tipo fluviale nel quale si sta operando, si dovrà procedere alla quantificazione della presenza dei vari habitat indipendentemente da riffle e pool, avendo semplicemente cura di scegliere un tratto rappresentativo. In quest’ultimo caso si parlerà di campionamento generico.

Aniene
Sizzone
Fiume Aniene – Jenne (Lazio, RM).
Mesohabitat riffle (sinistra) e pool (destra), HER 13
Torrente Sizzone – Maggiora (Piemonte, NO - progetto INHABIT).
Campionamento ‘generico’, Piccoli fiumi della HER 6.