CNR-IRSA activities related to INHABIT

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Campionamento

Per tutti gli habitat non molto profondi (ca. <0.5 m) il campionamento è effettuato mediante retino Surber. L’area di campionamento sottesa per unità è di 0.05 o 0.1 m2. In accordo con il tipo fluviale di appartenenza del sito la superficie totale di campionamento è 0.5m2 o 1 m2 (i.e. 10 unità x 0.05 o 10 unità x 0.1). Nel caso di substrati a profondità >0.5 si utilizzerà un retino immanicato cui sarà stata applicata un’intelaiatura che possa delimitare l’area di campionamento. La dimensione delle maglie della rete è in entrambi i casi (Surber o immanicato) 500 µm.
Il sito campionato dove essere rappresentativo di un tratto più ampio del fiume in esame i.e., se possibile, dell’intero corpo idrico sensu WFD. Il campionamento inizia nel punto più a valle dell’area oggetto d’indagine e prosegue verso monte, in modo da non disturbare gli habitat che via via vengono campionati. Nel caso di utilizzo della rete Surber, la tecnica di campionamento prevede l’utilizzo delle mani (sempre con l’ausilio di guanti di adeguata lunghezza) per il disturbo del substrato e la rimozione degli organismi. Nel caso di uso di retino immanicato, si può procedere al campionamento sia utilizzando i piedi per smuovere il fondo sia utilizzando le mani. L’effettuazione del campionamento rimuovendo il substrato con le mani è da preferire rispetto al campionamento utilizzando i piedi.
Nonostante il campionamento sia costituito dal totale delle unità di campionamento raccolte, per facilità di smistamento degli animali, si suggerisce di tenere separate le repliche caratterizzate da presenza di detrito vegetale e le repliche effettuate su substrati fini (e.g. argilla, sabbia) dal resto delle repliche. In ogni caso, si suggerisce di svuotare la rete ogni tre/quattro repliche prima di procedere al campionamento delle repliche successive.
Se il campionamento è effettuato con obiettivi particolari (e.g. approfondimenti del monitoraggio di sorveglianza o investigativo), i macroinvertebrati raccolti nelle singole unità di campionamento potranno essere tenuti separati, specialmente se raccolti in aree diverse del fiume (i.e. pool vs riffle).